Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Collabora con noi

Red Hot Cyber è alla ricerca di collaboratori che possano permettere di portare avanti una serie di progetti incentrati sulla consapevolezza al rischio informatico, portati avanti anche grazie al gruppo di Hacktivisti di RHC hacking Group (qua potete leggere il manifesto del gruppo).

Essendo un gruppo senza scopo di lucro, le persone che cerchiamo sono persone molto “generose”, che vogliono contribuire alla nostra causa, mettendo a disposizione il loro sapere e la loro esperienza verso la comunità, con un unico obiettivo comune,: effettuare divulgazione scientifica su argomenti di sicurezza informatica e formare quante più persone nell’essere consapevoli ai rischi.

Le posizioni che ad oggi stiamo cercando sono le seguenti:

  • Redattori: persone che hanno interesse a ricercare nuove notizie e pubblicare articoli sulla sicurezza informatica e sulla tecnologia Chiediamo alcune regole nella redazione degli articoli, che ti forniremo qualora sarai interessato;
  • Analisti di Cyber Threat Intelligence: persone che analizzando costantemente le underground e che possano redigere articoli o fornire informazioni in anteprima su organizzazioni pubbliche o private italiane relativamente a fuoriuscite o rivendita dei dati, rivendita degli accessi (broker di accesso), notizie sugli attacchi informatici in generale;
  • Traduttori: persone che vogliano tradurre gli articoli presenti sul portale in lingue diverse dall’Italiano (non solo inglese);
  • Artisti e vignettisti:  artisti capaci di creare vignette ad alto engagement sulla consapevolezza al rischio, partendo da tracce definite dagli psicologi di RHC hacking Group. Tali vignette dovranno essere delle “pillole” di consapevolezza per raggiungere il più vasto numero di persone;
  • Analisti di vulnerabilità: persone che vogliono avviare dei laboratori di ricerca sulle vulnerabilità non documentate nell’ambio del progetto HackerHood e di diffondere i concetti di “etica” e di “responsabilità”, attorno alle attività di bug-hunting e ricerca zeroday, verso un pubblico vasto;
  • Sviluppatori di App Mobile: sviluppatori di APP mobile che possano portare avanti dei progetti per aiutare i più giovani ad aumentare la loro consapevolezza al rischio. Ad esempio l’App sul cyber-bullismo con i contenuti definiti da RHC Hacking Group;
  • Professori di scuole Medie, Superiori e Università: insegnanti che possano aiutarci a far entrare nelle scuole la filosofia e la cultura hacker. Professori di scuol medie e superiori che possano aiutarci a far scoccare nella mente dei ragazzi quella «scintilla» verso lo studio empirico, la capacità di scoperta e di esplorazione e il superamento degli ostacoli.

Se sei interessato, scrivici a redazione@redhotcyber.com ed inviaci le tue referenze oltre a chiederci tutte le informazioni che vuoi sapere.

Oppure inviaci un modulo direttamente dal nostro sito.