611 milioni di dollari è il furto in criptovaluta a Poly Network.



Poly Network, una delle principali piattaforme finanziarie decentralizzate del settore (DeFi), ed è stata vittima di un furto informatico di rilievo, in cui gli hacker sono riusciti a rubare criptovaluta per un valore di 611 milioni di dollari.



La rete DeFi basata su blockchain ha subito uno dei più grandi furti di risorse digitali, lasciandosi alle spalle quelli subiti da Coincheck (534 milioni di dollari nel 2018) e da Mt. Gox (450 milioni di dollari nel 2014).


Poly Network è una piattaforma cinese DeFi cross-chain che offre lo scambio di token su più blockchain, inclusi Bitcoin ed Ethereum. Secondo Poly Network, le risorse di Binance Chain, Polygon ed Ethereum sono state rubate e trasferite su tre diversi portafogli.



Secondo i dettagli condivisi da Poly Network, gli hacker hanno sfruttato una vulnerabilità in cui un contratto può cambiare/modificare il custode sel conto ed eseguire transazioni.


La società ha twittato martedì che gli attori delle minacce hanno sfruttato una vulnerabilità per saccheggiare migliaia di monete digitali. Inoltre, Poly Network ha esortato i minatori della blockchain interessata e degli scambi di criptovalute come Binance, OKEx, HuobiGlobal, Uniswap, Circle Pay, Tether e BitGo a inserire immediatamente nella blacklist tutti i token provenienti dagli indirizzi degli aggressori.