Anche l'Europa produrrà i suoi Chip. 120 milioni di euro per la European Processor Initiative.



La Commissione Europea annuncia la selezione del Consortium European Processor Initiative per co-progettare, sviluppare e portare sul mercato un microprocessore europeo a basso consumo.


Questa tecnologia, avrà prestazioni e potenza drasticamente migliori e sarà uno degli elementi fondamentali necessari per lo sviluppo della prima macchina europea in Exascale.


La European Processor Initiative (EPI) riunisce 23 partner provenienti da 10 paesi europei, con l'obiettivo di portare sul mercato un microprocessore a bassa potenza.



Riunisce esperti della comunità di ricerca dell'High Performance Computing (HPC), dei principali centri di supercalcolo e dell'industria informatica e del silicio, nonché i potenziali utenti della comunità scientifica ed industriale. Attraverso un approccio di co-design, progetterà e svilupperà i primi sistemi HPC basati su chip europei. Entrambi gli elementi saranno implementati e convalidati in un sistema prototipo che diventerà la base per una macchina Exascale completamente basata su tecnologia europea.


Il vicepresidente Andrus Ansip, responsabile del mercato unico digitale, e