Attacco informatico al comune di Torino. La Timeline.

Aggiornamento: dic 1


La morsa del cybercrime non accenna a diminuire contro le infrastrutture pubbliche o private italiane. Dopo tanti hack di rilievo come la Regione Lazio, l'ospedale San Giovanni Addolorata, ASL Roma 3, SIAE, oltre ad una miriade di altri piccoli incidenti (Unione terre di pianura, Maggioli, Artsana, San Carlo, ASL2) si aggiunge anche la Città di Torino.


15 novembre 2021

La mattina di lunedì 15 novembre, i dipendenti del comune di Torino accedendo alle loro postazioni di lavoro si accorgono che qualcosa non funzionava correttamente, e che con molta probabilità il tutto dipende da un malware infiltratosi all'interno dell'infrastrutture IT del comune.


E' cosa nota che le organizzazioni criminali come le cyber-gang ransomware, operino maggiormente durante il week end, in quanto gli addetti IT non sono particolarmente attivi e quindi possono agire in silenzio evitando "Occhi indiscreti".


Sulla home-page della "Città di Torino", subito dopo intorno alle 10:30 è apparsa una news che riporta quanto segue:


"Sospesa l'attività di anagrafe e di alcuni uffici comunali a causa del malfunzionamento del sistema informativo. Tecnici al lavoro per riattivarlo al più presto"

E sebbene tutto questo sembri presagire un semplice malfunzionamento tecnico, nel testo successivo viene esplicita