Biden sta per emettere sanzioni verso chi pagherà riscatti ransomware in criptovaluta.


Finalmente ci siamo arrivati, ma era prevedibile. Se ne è parlato anche di recente in alcune conferenze di fama mondiale sul collegamento tra criptovaluta e attacchi ransomware e sembra che gli USA abbiano preso in parola quanto riportato dagli esperti.



Infatti, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti sta preparando uno schema di sanzioni per dissuadere le organizzazioni nel pagare i criminali informatici, in particolare quelli che effettuano attacchi ransomware, tramite criptovaluta.


Lo riporta il Wall Street Journal.

Oltre alle nuove sanzioni, l'amministrazione Biden prevede di distribuire nuove linee guida alle aziende sui rischi associati all'esecuzione di pagamenti ransomware che includeranno avvisi su potenziali multe e altre sanzioni.



Secondo quanto riferito, le sanzioni sarebbero rivolte a trader specifici e scambi di criptovalute, nella speranza di dissuadere gli scambi dall'elaborazione di queste transazioni quando vengono effettuate.


Queste misure proposte sarebbero la mossa più significativa dell'amministrazione Biden per affrontare l'ondata di attacchi ransomware che sono cresciuti in scala e frequenza solo nell'ultimo anno.