Dogecoin: una Ferrari così brutta non si era mai vista.


I programmi di personalizzazione che alcuni marchi automobilistici premium di supercar (tra cui Ferrari e Lamborghini), hanno permesso ai clienti facoltosi di soddisfare il loro desiderio più nascosti in termini di personalizzazione, quando acquistano la loro costosa auto.


In alcuni casi, però, ci imbattiamo in eccessi di creatività che non passano per gli atelier ufficiali dei marchi automobilistici. È il caso di questa Ferrari F8 Tributo, trasformata in un vero e proprio cartellone pubblicitario per il Dogecoin, criptovaluta divenuta recentemente famosa grazie all'approvazione di Elon Musk.



La foto dell'auto di Maranello “impreziosita” con questa decorazione unica è apparsa su Reddit, con lo scatto che sarebbe stato realizzato a Miami, in Florida, durante un importante convegno a tema Bitcoin che si è tenuto in città nelle scorse settimane.


Nell'immagine potete vedere una Ferrari F8 Tributo con una brillante livrea Tiffany Blue , sulla quale sono state applicate una serie di decorazioni personalizzate, a partire dalla scritta “Dogecoin” sui pannelli posteriori, con grafiche e loghi che rimandano alla criptovaluta lungo il lati.


Le monete virtuali sono presenti anche sui passaruota anteriori e nella parte inferiore del paraurti anteriore mentre sul cofano troviamo un'altra enorme immagine con il logo Dogecoin.



Al di là della possibilità di distinguersi, ci incuriosisce la reazione della Ferrari che non apprezza mai queste personalizzazioni eccessive che in qualche modo danneggiano l'immagine del marchio a livello globale.


A tal proposito possiamo ricordare l'episodio accaduto nel 2014 al noto DJ Deadmau5 che aveva applicato una decalcomania di Nyan Cat (il famoso meme a 8 bit raffigurante un gatto nello spazio con una scia arcobaleno) sul suo Rossa.


In quell'occasione alla Ferrari non piacque affatto, chiedendo al famoso disc jockey di rimuovere quanto prima la decorazione. Deadmau5 ha deciso di fare di più: vendere la sua supercar da Maranello e acquistare una Lamborghini Huracan, sulla quale ha poi messo lo stesso tema.