Dopo Garmin, ora è il turno di Canon, ma è colpa di Maze.

La scorsa settimana #Canon ha subito un'interruzione che ha colpito gli utenti del sito di archiviazione delle foto.


Ora, è stato riferito che potrebbe essere dovuto ad un attacco #ransomware che ha comportato anche il furto di 10TB di dati.


Secondo #Bleeping #Computer, che ha uno screenshot parziale di quella che si presume essere la richiesta di riscatto, Canon è stata attaccata la mattina del 5 agosto dalla famigerata banda di ransomware #Maze.


Un membro del gruppo cybercriminale ha dichiarato di aver esfiltrato 10 terabyte di "dati, database privati, ecc.", anche se al momento non ci sono informazioni sull'entità della richiesta di riscatto e nessuna prova che i dati siano stati realmente rubati.


Si ritiene che questo non sia collegato all'interruzione del servizio di archiviazione di foto image.canon che è iniziato il 30 luglio ed è stato risolto il 4 agosto. Infatti, Maze ha affermato di non aver attaccato il servizio.


Certo è che il Ransomware sta generando molte vittime e feriti e che i pagamenti dei riscatti (come fatto da Garmin), non potrà far altro che aumentare la ricerca e lo sviluppo di nuovi e potenti rans.


#redhotcyber #cybersecurity #malware


https://www.forbes.com/sites/daveywinder/2020/08/05/has-canon-suffered-a-ransomware-attack-10tb-of-data-alleged-stolen-report/#367a333a499e

8 visualizzazioni

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now