Facebook non ha bloccato gli annunci di Signal. Ma è molto peggio.


Facebook conosce su di te tutto e l'intero modello di business dell’azienda è incentrato sul monitorare tutto quello che fai online per monetizzare dalle tue informazioni personali. Ma questo non è nulla di nuovo, ne abbiamo parlato a lungo su RHC e non è il solo social netwotk a fare questo.


Quanto è successo con Signal sembra essere l'esempio perfetto di come Facebook stia combattendo per impedire che gli utenti sappiano fino a che punto vengono monitorati, in quanto, se le cose sono opache, si lascia sempre il beneficio del dubbio e sul dubbio si basa l'alto engagement della piattaforma.



In queste situazioni risulta sicuramente difficile capire la verità.

Mentre Signal afferma che Facebook ha disattivato il suo account, Facebook afferma che è stato un paio di mesi fa a causa di un problema completamente non correlato e diverso come i Tweet degli ultimi giorni.


Ma la cosa più importante è la fiducia degli utenti: questa è di gran lunga la risorsa più preziosa per le aziende.


Questo è particolarmente vero quando la tua azienda costruisce un prodotto interamente costruito attorno alla premessa di proteggere i dati e la privacy degli utenti, come è il caso di Facebook.



Se risulta che Signal è disposto a fuorviare le persone in nome di segnare alcuni punti PR, ciò crea dubbi ed è normale che sia così.