Google va giù in Russia. Mosca out per quasi 3 ore.


Oggi, 22 giugno, si è verificato un malfunzionamento nei servizi di Google, durante il tentativo di accedere al proprio account personale, secondo i dati del servizio Downdetector. Tra gli utenti russi, la maggior parte delle lamentele è arrivata da Mosca.



I reclami hanno iniziato ad arrivare alle 7:30 ora di Mosca e il picco è sceso alle 9:15 ora di Mosca.

"Siamo a conoscenza degli arresti anomali di Google per alcuni utenti Android e stiamo lavorando per risolvere questi problemi"

Ha riportato l' account Twitter di Google Russia. Il servizio stampa della società non ha fornito altri dettagli.


Google si blocca su base mensile, secondo Downdetector. Ad esempio, a maggio c'è stato un solo caso e a marzo ce ne sono stati diversi.



Il 9 giugno si è verificato anche un notevole fallimento nel funzionamento dei servizi Yandex. I problemi, secondo le recensioni degli utenti, sono sorti quando si lavora con il motore di ricerca e si accede alla posta. La stessa società, dopo aver segnalato l'eliminazione del guasto, ha chiarito che i problemi riguardavano "Yandex.Go".


L'ultimo malfunzionamento di Google a maggio è durato un giorno, ricorda il principale analista del Mobile Research Group Eldar Murtazin.


La situazione attuale ha colpito coloro che hanno attivato l'aggiornamento automatico di Android sui propri smartphone. "Si è scoperto che è stato distribuito senza un'adeguata verifica", afferma l'esperto.


A suo avviso, questa situazione potrebbe segnalare che Google ha iniziato a risparmiare sullo sviluppo e sul personale qualificato, oltre a fare troppo affidamento su strumenti automatizzati per trovare errori e problemi. "La situazione danneggia gravemente la reputazione dei prodotti dell'azienda, in particolare Android", ha affermato l'esperto.


Nessuno è immune dalle cadute, di tanto in tanto succede a Facebook, Yandex e Mail.ru Group, afferma il CEO di Telecom Daily Denis Kuskov.



“Di norma, meno spesso sono spiegati da un fattore umano e più spesso il problema è di natura hardware o software".


Per quanto riguarda i guasti del software, i dipendenti di Google sono obbligati ad aggiornare costantemente i prodotti per proteggersi dalle vulnerabilità, ma non è sempre possibile prevedere un errore nel lavoro di questa portata, continua Denis Kuskov.


A suo parere, è improbabile che le interruzioni influiscano sull'abbandono dei prodotti dell'azienda, ma potrebbero causare una reazione negativa da parte degli inserzionisti.


Fonte

https://www.kommersant.ru/doc/4868398?tg