I server Exchange beneficeranno di una mitigazione più veloce ai bug di sicurezza.


Microsoft ha aggiunto una nuova funzionalità a Exchange Server che interverrà automaticamente per correggere le vulnerabilità ad alto rischio, come quelle rilevate ad inizio anno.



Ciò dovrebbe proteggere i server Exchange dagli attacchi e dare agli amministratori più tempo per installare le patch cumulative rilasciate da Microsoft. Il fatto è che le vulnerabilità zero-day in Microsoft Exchange sono state recentemente sfruttate da "hacker governativi" e anche da gruppi in cerca di guadagni finanziari e proprio per questo Microsoft è dovuta correre ai ripari.


La nuova funzionalità si chiama Microsoft Exchange Emergency Mitigation (EM) e si basa sullo Exchange On-premises Mitigation Tool (EOMT), rilasciato a marzo di quest'anno per aiutare a identificare e risolvere i problemi di ProxyLogon.



EM viene eseguito come servizio Windows sui server Exchange e verrà installato automaticamente sui server Exchange 2016 ed Exchange Server 2019 dopo la distribuzione dell'aggiornamento cumulativo di settembre 2021 (o più recente).


Gli amministratori possono anche disabilitare EM se non desiderano che Microsoft applichi automaticamente le misure di sicurezza ai propri server.


La nuova funzionalità rileverà i server Exchange vulnerabili a uno o più problemi noti e applicherà automaticamente misure di mitigazione temporanee (fino a quando gli amministratori non potranno applicare patch complete).



Finora EM offre tre tipi di protezione:

  • Una regola speciale che blocca determinati modelli di richieste HTTP dannose che potrebbero compromettere il server Exchange;

  • disabilitare il servizio interessato sul server Exchange;

  • disabilitando il pool di applicazioni vulnerabili sul server Exchange.

"Il nuovo servizio non sostituirà l'installazione degli aggiornamenti di sicurezza su Exchange Server, ma è il modo più semplice e veloce per mitigare i maggiori rischi per i server Exchange locali connessi a Internet prima di installare le patch appropriate".


Hanno scritto gli sviluppatori di Microsoft.


Post recenti

Mostra tutti