Il Fortran è tornato!



Brontosauri che avete cliccato su questo link, "pescati" dal titolo clickbait, sarete curiosi di capire come mai questo "Brontosauro" di 60 anni è tornato in auge.


Del COBOL ne abbiamo parlato molto, in particolare di come questo linguaggio vecchio di 62 anni sia ritornando in voga, a causa dei problemi sui sistemi legacy USA utilizzati per i sussidi in era COVID.


Ma sinceramente tutti pensavano che fosse stata una meteora, ma sembra che però i linguaggi di programmazione giurassici ora stiano vivendo una nuova era, notizia che farà senza ombra di dubbio piacere a tutti i brontosauri che pascolano nelle radure del cyber-parco di RedHotCyber.


La notizia è racchiusa nell'indice TIOBE di aprile 2021, dove Objective-C (un linguaggio general-purpose OOP supportato da Apple per macOS e iOS, fino all'introduzione di Swift nel 2014), ci ha lasciati in favore ... udite udite, del "Fortran", che accede a questa fantastica lista dopo più di 10 anni.

La sorpresa di Objective-C, è che ora si trova al 23° posto nell'indice TIOBE, è che ci è voluto così tanto tempo per uscire dalla Top 20.


Apple ha annunciato Swift, in sostituzione di Objective-C sia per Mac che per per i dispositivi iOS nel 2014. Swift occupa poco fa la posizione 15 nell'indice TIOBE, dopo essere stato alla posizione 11 un anno fa circa.


Il "nuovo arrivato" nel numero 20 è il vecchio Fortran.


Per una lingua che compirà 65 anni entro la fine dell'anno, Fortran sta andando molto bene.


Rilasciato nell'ottobre 1956, sebbene il suo titolo completo fosse The IBM Formula Translating System, è stato progettato specificamente per l'IBM 704 da un team guidato da John Backus ed è stato uno dei primi linguaggi informatici compilati.


Ricordiamoci che l'IBM 704 (poi divenuto il 709), era il famoso "the hulking giant" del MIT, utilizzato dal mitico Tech Model Railroad Club, gruppo appunto dal quale nacque la cultura Hacker con Richard Greenblatt e Bill Gosper.


Come primo linguaggio per computer di alto livello, FORTRAN (il suo nome era tutto in maiuscolo fino a Fortran 90) ha influenzato molte lingue successive e ogni singola lingua che compila un'espressione ha un debito con Fortran.


Fortan ha anche influenzato molte generazioni di programmatori, soprattutto se si tiene conto della popolarità durante la prima era dei computer domestici del BASIC, che può essere considerato un derivato diretto di FORTRAN II.


Fortran, tuttavia, non è un dinosauro: si è costantemente evoluto nel corso degli anni per rimanere un linguaggio importante per la ricerca scientifica che richiede un intensa grestione dei numeri come la modellazione climatica, cristallografia e chimica computazionale per citare solo tre esempi.

Negli anni ha aggiunto la programmazione orientata agli oggetti (Fortran 2003), la programmazione concorrente (Fortran 2008) e la sua versione più recente Fortran 2018 che ha permesso di risolvere molte carenze e irregolarità nelle versioni linguistiche precedenti.


Anche se si è evoluto, non è cambiato completamente ed è ancora così fedele al suo design originale in modo che un programmatore FORTRAN I sarebbe ancora in grado di scrivere qualcosa con Fortran 2018.


Anche se abbiamo spesso commentato la longevità di COBOL (che si trova attualmente al posto 24 subito sotto all'Obiettivo C), Fortran è una lega diversa.



Le competenze COBOL sono ancora necessarie per manutenere i sistemi legacy vitali (che dovrebbero essere obsoleti). Il moderno Fortran invece, ha un ruolo da svolgere nell'avanguardia della ricerca scientifica e ci si può aspettare che abbia un ruolo in espansione proprio li.



Fonti

https://www.tiobe.com/tiobe-index/