Il Linux di Microsoft è pronto. Si chiama CBL-Mariner, ed è incentrato sulla sicurezza.


Non è un segreto che c'è amore tra Microsoft e Linux.


Ora non pensate ad un pacchetto Windows sotto kernel Linux, perché non parleremo di questo.


Ma sappiamo tutti che Microsoft è impegnata nello sviluppo di software Open Source da molti anni, ed oltre ad Azure Cloud Switch come piattaforma Linux creata da Microsoft, la società che produce il famoso sistema operativo Windows, ha sviluppato anche CBL-Mariner (Common Base Linux) come propria distribuzione Linux interna, seppur pubblica e open-source.


CBL-Mariner è un prodotto sviluppato dagli ingegneri Linux di Microsoft ed è utilizzato come distribuzione interna dai loro team di ingegneri per cloud, edge e altre esigenze all'interno dell'azienda.



Il codice per CBL-Mariner è comunque pubblico sotto la loro organizzazione GitHub sebbene non vengano fornite build ufficiali oltre ad alcuni RPM precompilati. CBL-Mariner è utilizzato da Windows Subsystem for Linux (WSL), Azure Sphere OS, SONiC e altri sforzi su Linux che ha intrapreso il gigante di Redmond.


CBL-Mariner è incentrato sulla sicurezza, utilizza RPM con DNF / Tiny DNF per la gestione dei pacchetti, vari tipi di installazione e altro. Ma ancora una volta non mira ad essere una distribuzione Linux generica, ma una che vari team di ingegneri Microsoft possono utilizzare per i loro diversi casi d'uso.


L'ultimo aggiornamento di CBL-Mariner 1.0 è arrivato la scorsa settimana con il passaggio all'ultima versione del kernel Linux 5.10 LTS, dove sono state introdotte varie correzioni di sicurezza, oltre all'introduzione di altri pacchetti aggiunti. I dettagli sull'ultimo aggiornamento della distribuzione di Microsoft Linux li potete trovare sulle pagine del progetto GitHub .



Ulteriori dettagli fondamentali su CBL-Mariner possono essere trovati tramite questo post sul blog di Juan Manuel Rey del team Azure di Microsoft.


Un recente post sul blog di un membro del team di Microsoft Azure, condivide i dettagli sulla distribuzione Linux dell'azienda. In esso, Juan Manuel Rey fa luce sulla creazione e ne offre uno sguardo intrigante.


Nel suo post sul blog, Rey inizia dicendo:

"L'inferno si sta congelando perché in Microsoft abbiamo la nostra distribuzione Linux".

Continua spiegando che questa distribuzione interna non è una distribuzione generica come Ubuntu o Fedora, anche se si nota che ha un aspetto simile a Fedora o Photon-OS. Mentre il codice sorgente è disponibile, non ci sono ISO o immagini, anche se non c'è nulla che ti impedisca di compilarne uno (tenendo a mente alcuni prerequisiti ).



Rey dice della distribuzione:

Il sistema di pacchetti CBL-Mariner è basato su RPM. Il sistema di aggiornamento dei pacchetti utilizza sia dnf che tdnf, Tiny DNF è un gestore di pacchetti basato su dnf e proveniente dal sistema operativo Photon di VMware.
CBL-Mariner supporta anche un meccanismo di aggiornamento basato su immagini per la manutenzione atomica e il rollback utilizzando RPM-OSTree, rpm-ostree è uno strumento open source basato su OSTree per gestire alberi di filesystem avviabili, immutabili e versionabili. L'idea alla base di rpm-ostree è quella di utilizzare un'architettura client-server per mantenere gli host Linux aggiornati e sincronizzati con gli ultimi pacchetti in modo affidabile.

Ed inoltre aggiunge:

CBL-Mariner segue il principio secure-by-default, la maggior parte degli aspetti del sistema operativo sono stati costruiti con una grande enfasi sulla sicurezza. Viene fornito con un kernel rinforzato, aggiornamenti firmati, ASLR, hardening basato su compilatore e registri a prova di manomissione tra molte funzionalità.

Se sei interessato ad approfondire, dai uno sguardo a GitHub.



Fonte

https://github.com/microsoft/CBL-Mariner/releases/tag/1.0.20210628-1.0