Il numero del cellulare personale di Boris Johnson è stato disponibile online per 15 anni.


La rivelazione è scioccante.


Il numero di telefono del Primo Ministro Britannico è stato di pubblico dominio da 15 anni.


Ma quando ti rendi conto di quanto gli inglesi siano riluttanti a cambiare il loro numero, forse non è proprio così.

Una ricerca di Infobip ha rivelato che la persona media mantiene il proprio numero di cellulare per quasi dieci anni. Chi ha più di 55 anni, come Boris, è particolarmente legato alle proprie cifre, avendo lo stesso numero da 11 anni, mentre il 63% di età superiore a 55 anni non ha mai cambiato numero.



Il cambio di un numero di cellulare è percepito dai britannici come una delle cose più scomode da gestire.


I britannici di età compresa tra 35 e 54 anni ritengono che cambiare il proprio numero di cellulare (28%) sia più scomodo che cambiare il proprio cognome (26%).

La trasgressione di Boris è un importante problema di sicurezza nazionale e ci ricorda che, sebbene amiamo i nostri numeri di telefono mobili, questi sono potenti strumenti di comunicazione che dovrebbero essere maneggiati con cura.


Il numero dimensione premier è stato pubblicato in un comunicato stampa in un think tank nel 2006, ma non è mai stato cancellato e sembra essere quello utilizzato ancora oggi dal premier.


Il leader laburista Sir Keir Starmer ha detto che si tratta di :

"una situazione grave che comporta un rischio di sicurezza".

Ma il cancelliere Rishi Sunak ha detto che, per quanto di sua conoscenza:

"tutti i protocolli di sicurezza sono stati seguiti".

Sembra che il numero sia stato disattivato ma Downing Street non ha ancora confermato se il numero verrà o meno modificato.


Nelle ultime settimane sono state sollevate domande su chi ha accesso ai numeri di telefono personali dei ministri, in mezzo a una discussione più ampia su lobby ed influenza.



Secondo quanto riferito, il primo ministro sarebbe stato consigliato da alti funzionari di cambiare il suo numero, ma Downing Street la scorsa settimana ha negato.


L'ex consigliere per la sicurezza nazionale Lord Ricketts ha avvertito che gli stati ostili con "sofisticate capacità cibernetiche" o le bande criminali potrebbero ora avere accesso alle cifre del signor Johnson e condurre attacchi mirati.


Ma all'inizio di questa settimana, il massimo funzionario del Regno Unito, Simon Case, ha detto che ai parlamentari e funzionari:

"Vengono messi sistemi di sicurezza intorno a tutte le loro comunicazioni che hanno con qualsiasi mezzo".



Fonte

https://www.bbc.com/news/uk-politics-56937889