La ASL2 di Savona è stata colpita da un attacco informatico.


Oramai l'Italia è sotto attacco. Attacco da parte della criminalità informatica organizzata che sta colpendo tutta la penisola con ransomware e attacchi informatici di ogni tipo ed è la sanità quella a farne più le spese.



Ne parlammo ad inizio Maggio su RHC con l'articolo "Ospedali: le galline dalle uova doro per il Ransomware, perché si paga alla svelta", molto prima degli incidenti alla Regione Lazio e all'ospedale San Giovanni Addolorata, dicendo che il senso di urgenza è un abile alleato del ricatto informatico e che la vita delle persone è un elemento fondamentale da tutelare.


Ma ecco che nella notte, dei criminali informatici si sono introdotti nelle infrastrutture della ASL2 di Savona, momento più indicato per sferrare un attacco a causa del basso presidio delle infrastrutture IT.



Ma prontamente la ASL ha risposto, isolando immediatamente il sito colpito, spegnendo tutte le infrastrutture collegate in modo da non rendere possibile la propagazione dell'attacco verso l'intera rete regionale, gestita da Liguria Digitale.


Il problema che mettendo down una rete, i servizi informatici messi a disposizione risultano non utilizzabili, pertanto gli operatori sanitari e gli utenti ne stanno facendo le spese.