La Cina inizierà a rimuovere dai social i contenuti che "calunniano" l'economia del Paese.


Le autorità cinesi intendono combattere le piattaforme commerciali e gli account di social media che diffondono informazioni finanziarie che danneggiano l'economia della RPC. Lo ha riferito la Cyberspace Administration of China.



A queste piattaforme verrà ordinato di rimuovere i post con contenuti simili.


Saranno prese di mira anche le piattaforme che pubblicano commenti o messaggi da media stranieri con false informazioni su argomenti finanziari nazionali in Cina.


In precedenza, la Cina ha sospeso 42 IPO (offerte pubbliche iniziali) sulle borse di Shanghai e Shenzhen dopo aver avviato indagini su diverse società.



La China Securities Regulatory Commission, in particolare, ha avviato un'indagine contro lo studio legale Tian Yuan e China Dragon Securities Co., che fornisce servizi di intermediazione e consulenza sugli investimenti in titoli.