Puntin vuole un accordo con Biden sulla criminalità informatica. E' importante riuscirci.


Il vertice Biden/Putin del 16 giugno si avvicina e come abbiamo riportato più volte su RHC, per poter ristabilire un ordine nel cyberspace, occorre un accordo di cooperazione tra le super potenze, che consenta di lavorare in modo congiunto per poter dare un giro di vite alla criminalità informatica organizzata, che sta dilagando in tutti gli avamposti del globo.


La Russia è pronta a estradare i criminali informatici negli Stati Uniti se vengono raggiunti accordi bilaterali appropriati e se gli Stati Uniti agiranno allo stesso modo, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.



Si prevede che la questione della sicurezza informatica sarà uno tra gli argomenti più importanti alla riunione a Ginevra del 16 giugno.

“Se siamo d'accordo sull'estradizione dei criminali, allora la Russia, ovviamente, lo farà, lo faremo, ma solo se l'altra parte, in questo caso gli Stati Uniti, permetteranno la stessa cosa verso la Federazione Russa."

ha detto Putin in onda in un programma sul canale Russia 1 di Mosca.


Putin ha notato che tali accordi sono contenuti nei documenti pertinenti, in cui le parti assumono determinati obblighi. Secondo lui, nella maggior parte dei casi si tratta di pari obblighi. Vladimir Putin ha definito la questione della sicurezza informatica una delle più importanti oggi, poiché l'arresto di interi sistemi "porta a conseguenze molto gravi".


Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato in