La Russia colpisce gli USA con un altro attacco informatico. Non sono chiari ancora gli impatti.


La principale agenzia di Intelligence russa ha lanciato un'altra campagna per colpire migliaia di reti informatiche del governo, delle aziende e dei think-tank degli Stati Uniti, hanno avvertito i funzionari Microsoft e gli esperti di sicurezza informatica domenica.


Questo è avvenuto solo pochi mesi dopo che il presidente Biden ha imposto sanzioni a Mosca in risposta a una serie di sofisticate operazioni di spionaggio che aveva condotto in tutto il mondo.




Il nuovo sforzo è "molto grande ed è in corso", ha detto in un'intervista Tom Burt, uno dei massimi responsabili della sicurezza di Microsoft. Funzionari del governo hanno confermato che l'operazione, apparentemente finalizzata all'acquisizione di dati archiviati nel cloud, sembrava uscita dall'SVR, l'agenzia di intelligence russa che è stata la prima a entrare nelle reti del Comitato nazionale democratico durante le elezioni del 2016.


Sebbene Microsoft abbia insistito sul fatto che la percentuale di violazioni riuscite fosse piccola, non ha fornito informazioni sufficienti per misurare con precisione la gravità del furto.



All'inizio di quest'anno, la Casa Bianca ha incolpato l'SVR per il cosiddetto