Unicredit paga 600.000 euro di multa per il databreach del 2017, non come l'INPS.

Il #Garante per la #privacy ha sanzionato #UniCredit con 600mila euro al termine di una complessa istruttoria riguardante un #databreach causato da accessi abusivi ai #dati #personali di oltre 700 mila clienti, tra aprile 2016 e luglio 2017.


Era stata #UniCredit stessa, a fine luglio 2017, a comunicare all’Autorità, la violazione subita.


Molte erano le informazioni trapelate, tra le quali dati anagrafici, professione, salario, importo dei prestiti, estremi di identificazione e altro ancora.


L’attuale sanzione, determinata applicando la disciplina precedente l’entrata in vigore del #Gdpr, segue la contestazione di violazioni amministrative notificata alla banca nel maggio 2019, originata a sua volta da un provvedimento adottato dall’Autorità nel marzo 2019 con il quale il Garante aveva accertato la violazione.


Ora vediamo cosa succede all'INPS in pieno #GDPR. Peccato che Unicredit non abbia un report di "discolpa" e non abbia dato colpa agli #hacker.


#redhotcyber #cybersecurity #sanzioni #cybercrime #key4biz


https://www.key4biz.it/data-breach-unicredit-multa-di-600mila-euro-dal-garante-privacy/312040/

13 visualizzazioni

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now