421 GB di dati online della Artwork Archive, a causa del cloud mal-configurato.


I ricercatori di sicurezza del team WizCase hanno scoperto un bucket Amazon S3 mal configurato appartenente ad Artwork Archive, dei servizi online che forniscono ad artisti, collezionisti e organizzazioni potenti strumenti per gestire le proprie opere d'arte e collezioni.


Questo incidente ha colpito circa 7.000 clienti tra gallerie, artisti e collezionisti.



Il team di sicurezza ha riferito che l' errata configurazione ha esposto dati sensibili dell'utente, inclusi nome, cognome, indirizzi fisici, indirizzi e-mail e altri dati sensibili dell'utente. I record esposti risalgono ad agosto 2015.


Oltre a ciò, nei dati era presente il nome completo del cliente, l'e-mail, le affiliazioni dell'azienda, la città, il paese di residenza, il numero di telefono e altre informazioni.


L'errata configurazione ha anche mostrato i dettagli di acquisto poiché il team di WizCase ha identificato quasi 9.000 fatture, inclusi accordi di vendita, prezzi delle opere d'arte e rapporti sui ricavi.



"Di solito si trattava di contatti che un artista aggiungeva ad Artwork Archive tramite la sua funzione di gestione dei contatti e includeva istituzioni d'arte, singoli artisti, collezionisti d'arte, amici e familiari"

ha riportato WizCase in un post sul blog .


Secondo i ricercatori, la società archivia queste informazioni in questa locazione, come fosse uno storage remoto. La violazione ha esposto più di 200.000 file appartenenti ad Artwork Archive, per un totale di 421 GB di dati.


Questo "contenitore" di informazioni su internet, è stato scoperto il 23 maggio e messo in sicurezza il 26 maggio.



Il servizio con sede a Denver, in Colorado, offre una piattaforma unica nel suo genere ad artisti, collezionisti e organizzazioni per una gestione/vendita adeguata e sicura della loro arte. l'azienda offre soluzioni software su abbonamento per gestire l'acquisto e la vendita di opere d'arte.


Inoltre, alcuni clienti importanti includono la catena di lusso Neiman Marcus, gli artisti Oliver Jeffers e Robert Farber e la Brown University della Ivy League school.