Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Anche Cisco pone fine alle attività commerciali in Russia.

Giovedì, il CEO di Cisco Chuck Robbins ha dichiarato ai dipendenti in una lettera che 

“Cisco sta ponendo fine a tutte le operazioni commerciali in Russia e Bielorussia e continuerà a concentrarsi sul supporto dei nostri dipendenti, clienti e partner ucraini fornendo assistenza umanitaria e intensificando gli sforzi per proteggere le organizzazioni in Ucraina.”

Ovviamente dalle minacce informatiche. 

“Sosteniamo l’Ucraina e condanniamo questa guerra ingiustificata”, ha aggiunto.

Cisco si unisce a un lungo elenco di società che hanno sospeso le proprie attività in Russia, tra cui Apple Inc, Oracle Corp. ORCL, Boeing, Exxon Mobile Corp. e Walt Disney Co.

In precedenza è stato riferito che un quarto dei dipendenti della CISCO ha lasciato l’Ucraina a causa dell’escalation del conflitto. 

Advertisements

“Qualche settimana fa, li abbiamo contattati e li abbiamo aiutati a cogliere l’opportunità di lasciare l’Ucraina”

Ha affermato Chuck Robbins, amministratore delegato dell’azienda. 

Ha aggiunto che Cisco continua a supportare i restanti lavoratori nel paese.

Pertanto, una delle misure di sostegno era l’assistenza per ottenere l’accesso al denaro contante.