Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Anonymous decifra le comunicazioni dei militari mentre i siti governativi russi vanno giù.

Lo riporta su Twitter NetBlocks intorno alle ore 16:30 di questo pomeriggio, che i principali siti governativi della federazione russa sono andati giù.

Non è ancora chiaro il motivo, ma potrebbe essere dovuto ad un attacco DDoS distribuito. Nel Tweet di NetBlocks si legge quanto segue:

“Confermato: vari siti governativi russi, tra cui il Cremlino, la Duma di Stato e il Ministero della Difesa sono nuovamente inattivi, con dati di rete in tempo reale che mostrano un impatto sulle reti FSO coerenti con i precedenti attacchi informatici. L’incidente arriva mentre la Russia continua a invadere l’Ucraina.”

Ricordiamo che nella giornata di ieri il sito del cremlino e di RT news sono stati hackerati da Anonymous, attraverso un attacco DDoS.

Il momento è estremamente delicato sul piano attacchi informatici (cyberwarfare), in quanto Anonymous sembra aver collezionato una serie di violazioni verso diversi bersagli russi di rilievo.

Advertisements

Notizia anche questa recente è che il collettivo di hacktivisti Anonymous è riuscito a decifrare le conversazioni dei militari russi riportando su Twitter alle 19:30 un video che mostra le comunicazioni decifrate dei militari.