Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
Campagna di Phishing ai danni del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  TelegraMalware : Scoperti Oltre 1000 Bot per Intercettare Codici SMS e Notifiche  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Gli EDR/AV vanno Offline con Killer Ultra! Il malware degli operatori ransomware di Qilin  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Esce Dark Mirror. Il Primo Report di Dark Lab sul Fenomeno Ransomware relativo ad H1 2024  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Massiccia Violazione dei Dati Disney: 1,1 TiB di Informazioni Compromesse  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Hai bisogno di una identità falsa? I Truffatori Professionisti usano Fotodropy Store!  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Muri Digitali: Kaspersy Lab Chiude gli Uffici negli Stati Uniti D’America!  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  The Hackers Choice (THC): 30 anni di hacking senza voler diventare ricchi! L’intervista a VH e Skyper  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  La Psicologia dietro gli Attacchi Informatici! il ruolo fondamentale delle emozioni dalle quali difenderci  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Rockstar Games possibile vittima di un Enorme Data Leak!  ///  
Crowdstrike

Apple: indietro con il bug bounty. Tutto questo premia i broker zeroday.

Redazione RHC : 11 Settembre 2021 07:04

Apple supporta il Vulnerability Bounty Program da cinque anni, offrendo fino a 1 milione di dollari per i bug più pericolosi. Tuttavia, molti esperti di sicurezza informatica lamentano che l’azienda corregge le vulnerabilità con molto ritardo e non sempre paga una remunerazione adeguata.

In generale, i ricercatori ritengono che l’approccio chiuso di Apple danneggi il programma e metta a rischio la sicurezza dei loro prodotti, scrive il Washington Post.

Apple ha lanciato il programma bug bounty nel 2016. Secondo Ivan Krstic, responsabile dello sviluppo della sicurezza di Apple, quest’anno l’azienda ha pagato il doppio dei premi dell’anno precedente e i suoi premi rispecchiamo un importo medio rispetto ai broker zeroday.

Tuttavia, i ricercatori intervistati da TWP non sono d’accordo con questa affermazione. Programmi simili come Facebook, Microsoft e Google sono più aperti e forniscono più risorse per raggiungere un pubblico più ampio di esperti. Inoltre, molti di loro pagano più di Apple.

Ad esempio, nel 2020, Microsoft ha pagato ai ricercatori un totale di 13,6 milioni di dollari, Google – 6,7 milioni e Apple ha speso 3,7 milioni per questi scopi.

Allo stesso tempo, l’azienda accumula vulnerabilità che rimangono senza patch. A causa di questo approccio, molti ricercatori non segnalano ad Apple i problemi che riscontrano, ma preferiscono venderli a dipartimenti governativi o aziende che sviluppano strumenti di hacking come appunto i broker zeroday.

Secondo Krstic, Apple intende migliorare il suo approccio al programma di bug bounty e quindi rispondere più rapidamente alle segnalazioni dei ricercatori e aggiungere nuovi incentivi.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.