Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Arrestati 1803 “Money Mule” dalla EUROPOL nell’operazione EMMA7.

Funzionari di Europol segnalano il sequestro di 1803 money mule, nonché l’identificazione di 18.351 persone impegnate in tali attività a seguito dell’operazione internazionale antiriciclaggio EMMA 7.

Come suggerisce il nome, questa non è la prima operazione di questo genere, il primo EMMA è stato effettuato nel 2016.

L’operazione è stata condotta in collaborazione con le forze dell’ordine in 27 paesi del mondo dal 15 settembre al 30 novembre 2021. Partecipanti alla lotta contro il riciclaggio di denaro: Australia, Austria, Belgio, Bulgaria, Colombia, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Grecia, Germania, Hong Kong, Ungheria, Irlanda, Italia, Moldavia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Singapore, Repubblica Slovacca, Slovenia, Svezia, Svizzera, Spagna, Regno Unito e USA.

In due mesi e mezzo sono state condotte 2503 indagini separate. Nel complesso, si dice che l’operazione abbia evitato perdite di 76,5 milioni di dollari bloccando o annullando quasi 7.000 transazioni fraudolente presso 400 istituti finanziari.

Advertisements

Questa volta, la maggior parte delle indagini di EMMA 7 si è concentrata sul fenomeno del riciclaggio di denaro internazionale e ha portato all’identificazione di 324 persone.

I money mule sono persone che ricevono e trasferiscono denaro per conto di malintenzionati, aiutandoli così a riciclare le somme rubate (in cambio di una piccola quota).

“I gruppi della criminalità organizzata stanno reclutando muli, prendendo di mira gruppi come studenti, immigrati e persone in difficoltà economiche. Vengono offerti loro soldi facili attraverso annunci di lavoro dall’aspetto legittimo e post sui social media, scrivono i rappresentanti di Europol. – L’ignoranza non è una scusa quando si tratta di legge e riciclaggio di denaro; stanno infrangendo la legge riciclando proventi illeciti da reato”.