Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Arrestati i 2 hacker che hanno bloccato il sistema di controllo delle radiazioni nucleari in Spagna

Sono stati arrestati due sospetti che in precedenza avevano hackerato i sistemi di allarme per la rilevazione delle radiazioni nucleari in Spagna tra marzo e giugno del 2021.

Il duo di hacker è stato rivelato dopo un anno di indagini. La polizia ha fatto irruzione in due case e in degli uffici di un’azienda a Madrid e San Agustín del Guadalix. Le forze dell’ordine hanno trovato molti computer e dispositivi di comunicazione utilizzati dai criminali informatici durante gli attacchi.

Come si è saputo a seguito dell’indagine, due sospetti hanno avuto accesso alla rete della Direzione Generale della Protezione Civile e delle Emergenze (DGPGE) della Spagna, dopo di che hanno spento alcuni dei sensori del sistema di allerta di pericolo radioattivo, riducendo la sua sensibilità anche in aree con centrali nucleari.

Gli hacker hanno cercato di rimuovere dal centro di controllo l’applicazione web preposta al monitoraggio del sistema di allerta radioattivo e hanno effettuato attacchi separati ai sensori. 

Advertisements

Gli aggressori sono riusciti a disabilitare 300 degli 800 sensori dislocati in tutta la Spagna, interrompendo il loro collegamento con il centro di controllo.

Gli attacchi informatici ai sensori si sono fermati nel giugno 2021, quando la situazione è stata notata dalle autorità spagnole. Sebbene la polizia non abbia fornito ulteriori dettagli sugli attacchi informatici, anche le motivazioni degli autori sono sconosciute.