Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora

Blocco dei voli negli Stati Uniti causato da problemi al sistema informatico NOTAM

Tutti i voli aerei negli Stati Uniti sono stati temporaneamente bloccati a causa di un problema con il sistema informatico della Federal Aviation Administration (FAA).

La Casa Bianca ha dichiarato che fino a questo momento non ci sono prove di un attacco informatico.

La FAA ha detto che sta “facendo progressi” dopo aver ordinato una pausa a livello nazionale su tutte le partenze nazionali fino alle 9 di mercoledì (ore 15:00 italiane) mattina a seguito di un guasto del computer che ha avuto un impatto sui voli in tutto il paese.

In una dichiarazione della FAA è stato detto che si tratta di un problema con NOTAM (Notice to Air Missions), un sistema che invia informazioni critiche ai piloti e ad altro personale delle operazioni di volo sui potenziali pericoli lungo una rotta. 

NOTAM è l’acronimo della dicitura inglese “NOtice To AirMen” ed è il termine con cui si indicano gli avvisi utilizzati dai piloti di aeromobili o elicotteri per essere aggiornati sulla situazione in un determinato aeroporto o in una determinata area di cielo, sull’efficienza dei radioaiuti alla navigazione e su tutto quanto possa riguardare l’esecuzione di un volo in condizioni di sicurezza.

Gli avvisi spaziano da informazioni banali sulla costruzione negli aeroporti a restrizioni di volo urgenti o apparecchiature rotte. Tutti gli aeromobili devono transitare attraverso il sistema, compresi i voli commerciali e militari.

Circa 3.704 voli all’interno, in entrata e in uscita dagli Stati Uniti sono stati ritardati a partire dalle 8:30 circa, secondo il sito web di monitoraggio dei voli FlightAware. Circa 627 voli sono stati elencati come cancellati.

Mentre la Casa Bianca inizialmente ha affermato che non ci sono prove di un attacco informatico, il presidente Joe Biden ha detto “non lo sappiamo” e ha detto ai giornalisti di aver ordinato al Dipartimento dei trasporti di indagare sulla causa dell’interruzione.

Biden ha detto che prima di lasciare la Casa Bianca per accompagnare sua moglie a una procedura medica presso il Walter Reed National Military Medical Center fuori Washington., è stato informato dal segretario ai trasporti Pete Buttigieg, che gli ha detto che non avevano ancora identificato cosa fosse andato storto.

“Ho appena parlato con Buttigieg. Non sanno quale sia la causa. Ma sono stato al telefono con lui per circa 10 minuti”, ha detto Biden. “Gli ho detto di riferire direttamente a me quando lo scopriranno. Il traffico aereo può ancora atterrare in sicurezza, ma non decollare subito. Non sappiamo quale sia la causa.”

La FAA ha dichiarato di essere a lavoro per ripristinare il sistema di notifica delle missioni aeree e di fornire aggiornamenti frequenti man mano che si fanno progressi.

In un precedente aggiornamento, la FAA ha affermato che alcune funzioni stavano iniziando a tornare online, mentre “le operazioni del National Airspace System rimangono limitate”.