Red Hot Cyber

La cybersecurity è condivisione.
Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed 
incentiva gli altri a fare meglio di te.

Cerca

Boom degli exploit 0day noclick su Mobile. 9 milioni di euro sul listino di Crowdfense

Redazione RHC : 9 Aprile 2024 07:08

Negli ultimi anni, il costo degli strumenti per l’hacking di smartphone, browser più diffusi e messaggistica istantanea è aumentato in modo significativo. Al giorno d’oggi, gli exploit valgono milioni di dollari, a causa della crescente difficoltà di hackerare questi dispositivi e applicazioni.

La startup Crowdfense ha aggiornato il suo listino prezzi per le vulnerabilità zero-day: errori nel software di cui gli sviluppatori non sono a conoscenza.

Adesso l’azienda offre dai 5 ai 7 milioni di dollari per le vulnerabilità dell’iPhone, per Android fino a 5 milioni, per Chrome e Safari fino a 3 e 3,5 milioni rispettivamente e per WhatsApp e iMessage da 3 a 5 milioni di dollari.

L’aumento dei prezzi è dovuto alle misure di sicurezza rafforzate di Apple, Google e Microsoft volte a proteggere gli utenti. Sta diventando sempre più difficile per gli hacker individuare e sfruttare le vulnerabilità, il che, a sua volta, comporta un aumento dei costi e dei prezzi nel mercato degli exploit zero-day .

Le società di vulnerabilità come Crowdfense li acquistano per rivenderli ad agenzie governative o appaltatori che li utilizzano per spiare o perseguire criminali. Allo stesso tempo, ci sono preoccupazioni sull’uso di tali strumenti per violare i diritti umani e spiare dissidenti e giornalisti in alcuni paesi, come sta accadendo con lo spyware Pegasus.

Crowdfense afferma di rispettare le sanzioni e gli embarghi statunitensi escludendo i paesi sanzionati dagli Stati Uniti dal suo elenco di potenziali clienti. Questo approccio ha lo scopo di prevenire gli abusi da parte degli acquirenti.

Nonostante i prezzi elevati che Crowdfense è disposto a offrire per le vulnerabilità, gli esperti notano che i prezzi sul mercato nero possono essere ancora più alti.

Si ritiene inoltre che la complessità e i costi legati all’individuazione delle vulnerabilità continueranno ad aumentare, riflettendo la tendenza generale ad aumentare la sicurezza di software e dispositivi.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.