Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Cina: tutto sotto controllo.

Le autorità cinesi intendono controllare le piattaforme online, compresi i social media e i siti di condivisione video, al fine di bloccare account falsi e informazioni false.

Secondo Reuters, la Cyberspace Administration of China (CAC) prevede di lanciare un’operazione speciale di due mesi per combattere i comportamenti fraudolenti online, che vanno dall’aumento dei tassi di coinvolgimento all’acquisto alle recensioni false.

Advertisements

Il cambiamento arriva in mezzo a diffuse repressioni da parte dei regolatori in più settori, con funzionari che inaspriscono la loro supervisione su tecnologia, proprietà immobiliari, giochi, istruzione, criptovaluta e società finanziarie.

Secondo le autorità, attualmente la contraffazione del traffico online, le minacce e i commenti per denaro danneggiano i diritti e gli interessi legittimi degli utenti di Internet.

Quest’anno le autorità cinesi hanno già condotto diverse operazioni speciali rivolte alle comunità delle celebrità, all’uso di Internet da parte dei minori e alla discussione di eventi storici che differiscono dalla retorica ufficiale del Partito comunista cinese al potere.

Advertisements

Sebbene il CAC non abbia menzionato aziende o individui, le piattaforme che ospitano recensioni di film e libri, video e social media saranno tra i principali obiettivi dell’operazione.

La piattaforma online Douban, che conta decine di milioni di utenti cinesi, e il sito di microblogging Weibo sono già stati multati per contenuti illegali questo mese.

Ricordiamo, in precedenza, che la China Network Broadcasting Services Association ha pubblicato un elenco di 100 argomenti che non possono essere utilizzati dagli utenti locali per creare brevi video da pubblicare su Internet.

Advertisements