Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Coinbase ha fornito i dati alle agezie governative statunitensi

Coinbase, uno dei più grandi scambi di criptovalute, fornisce all’Immigration and Customs Enforcement (ICE) degli Stati Uniti una serie di strumenti che consentono di tracciare e identificare gli utenti della piattaforma. 

Lo indicano i documenti pervenuti ai giornalisti di The Intercept.

Il trasferimento dei dati è avvenuto utilizzando il sistema Coinbase Tracer, che in precedenza era chiamato Coinbase Analytics e aveva lo scopo di implementare un meccanismo di sicurezza KYT specializzato, nella traduzione “conosci la tua transazione”, che filtrava gli indirizzi sospetti.

L’accordo, firmato lo scorso settembre per 1,37 milioni di dollari, è uno dei numerosi contratti minori tra Coinbase e le agenzie governative statunitensi. 

Advertisements

Nell’agosto 2021, Coinbase ha firmato un contratto più piccolo da 29.000 dollari con ICE per concedere in licenza il suo software di analisi all’agenzia. 

Nell’aprile 2021 e nel maggio 2020, Coinbase ha venduto licenze, entrambe inizialmente per meno di 50.000 dollari, di Coinbase Tracer ai servizi segreti statunitensi.

I rappresentanti di Coinbase non commentano come ICE abbia utilizzato i dati dei clienti della piattaforma, incluso lo strumento Tracer. Il rappresentante dell’azienda ha solo ricordato che Coinbase Tracer raccoglie dati da fonti aperte e non utilizza informazioni dai clienti di scambio di criptovalute.

Advertisements