Collaborazione e Cybersecurity: la chiave del successo.

Autore: Roberto Villani

Data Pubblicazione: 01/02/2021

In questo nostro millennio moderno, e come già previsto negli anni ’70 da illustri personaggi come Alvin Toeffler nel suo stupendo libro dal titolo “lo choc del futuro” e l’altrettanto bel libro dell’ingegner Roberto Vacca “il futuro prossimo venturo”, siamo chiamati a rispondere ad alcune esigenze connesse all’Information Technology e per evitare gli “choc” dobbiamo essere preparati.


Come raccontiamo spesso su questa pagina web, le nostre vite sono sempre più condizionate dalla tecnologia e lo saranno sempre di più, non ci resta quindi che adattarci e come l’acqua che fluttua, cercare di scorrere all'interno di questo alveo tecnologico, e farlo nel migliore dei modi, altrimenti gli ostacoli che incontreremo ci renderanno il percorso difficoltoso, e come in una discesa con il rafting tra le rapide di un fiume

bisogna tutti remare insieme e farlo per tutti, senza individualismi o personalismi legati ad interessi, soprattutto economici.

Ed allora conosciamo meglio la nostra “imbarcazione” per navigare sicuri nel web e soprattutto per evitare gli ostacoli, e con le nostre virtuali pagaie, i nostri strumenti di conoscenza e le nostre capacità, cerchiamo di essere uniti ed affrontiamo gli ostacoli senza paura. La nostra imbarcazione ha un nome alquanto particolare e che spesso in quest’anno pandemico, abbiamo sentito in TV, si chiama DPCM!


No, calmi non storcete il naso e non avviate facili conclusioni.

Questo DPCM porta una data ben precisa ed è del 17 febbraio 2017, ed istituisce il piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica. Tale piano è strutturato in maniera tale da sensibilizzare tutti quegli operatori non istituzionali, che connessi al web, utilizzano le infrastrutture critiche nazionali, passibili di attacchi informatici. Il nostro paese, come la maggior parte dei paesi del mondo, utilizza le infrastrutture e le reti di collegamento virtuali nazionali con il web mondiale.