Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Elon Musk porta internet in Ucraina con il progetto Starlink

Il fondatore di SpaceX, Elon Musk, ha twittato sabato sera che il servizio Internet satellitare Starlink della compagnia “è ora attivo in Ucraina” con “più terminali in viaggio”.

L’annuncio di Musk è arrivato in risposta all’appello di un funzionario del governo ucraino per attivare delle stazioni Starlink nel mezzo dell’invasione russa che ha interrotto i servizi Internet dell’Ucraina.

Una foto delle attrezzature Starlink arrivate in Ucraina

“Mentre cerchi di colonizzare Marte, la Russia cerca di occupare l’Ucraina! Mentre i tuoi razzi atterrano con successo dallo spazio, i razzi russi attaccano la popolazione civile ucraina!”

Mykhailo Fedorov, il vice primo ministro ucraino, ha twittato a Musk all’inizio di sabato.

Advertisements

“Vi chiediamo di fornire all’Ucraina le stazioni Starlink e di rivolgervi ai russi sani di mente affinché si fermino”.

Musk ha risposto solo 10 ore dopo, dicendo di aver accolto la richiesta.

Non è stato immediatamente chiaro quanto sarebbe stato ampiamente accessibile il servizio Starlink in Ucraina.

In risposta all’annuncio di Musk, l’account Twitter ufficiale dell’Ucraina ha twittato: “Grazie, lo apprezzo”.

La connettività Internet in tutta l’Ucraina è stata influenzata dall’invasione, anche se sabato l’entità non era chiara. Venerdì, la connettività al principale provider Internet del paese è crollata di un 20%, hanno detto a Reuters il monitoraggio di Internet, aggiungendo che non è chiaro quanto di ciò sia stato causato dalla fuga degli ucraini dalle loro case, riferendosi alla connettività fissa.

Advertisements

“Attualmente osserviamo la connettività nazionale all’87% rispetto ai livelli ordinari, una cifra che riflette le interruzioni del servizio, la fuga della popolazione e la chiusura di case e attività commerciali dalla mattina del 24”

ha detto al notiziario Alp Toker, direttore di NetBlocks .

Starlink di SpaceX è una rete di satelliti privati ​​in orbita che ha come obiettivo di fornire un servizio Internet ad alta velocità in tutto il mondo. Ci sono più di 1.500 satelliti Starlink attualmente operativi.

Sabato non è stata la prima volta che SpaceX si è offerta di inviare terminali Starlink nei paesi bisognosi. Il mese scorso, Musk si è offerto di inviare i terminali a Tonga, dove un’eruzione vulcanica ha interrotto l’accesso a Internet in tutto il paese.