Europol arresta 150 sospetti e confisca 26,7 milioni di euro nell'operazione Dark HunTOR.

Aggiornamento: ott 27


La polizia di tutto il mondo ha arrestato 150 sospetti coinvolti nell'acquisto o nella vendita di beni illegali online in uno dei più grandi attacchi contro il dark web, ha affermato Europol martedì.



Si chiama operazione Dark HunTOR, che ha raccolto milioni di dollari in contanti, oltre a droga e armi, smantellando il "più grande" mercato darknet del mondo.

"consisteva in una serie di azioni distinte ma complementari in Australia, Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti"


ha affermato Europol, in una intervista.


Solo negli Stati Uniti, la polizia ha arrestato 65 persone, mentre 47 sono state detenute in Germania, 24 in Gran Bretagna e quattro in Italia e nei Paesi Bassi, tra gli altri paesi.


Alcuni degli arrestati

"erano considerati obiettivi di alto valore"

Ha detto Europol.



Le forze dell'ordine hanno anche confiscato 26,7 milioni di euro (31 milioni di dollari) in contanti e valute virtuali, oltre a 45 armi da fuoco e 516 libbre di droga, tra cui 25.000 pillole di ecstasy.


La polizia italiana ha anche chiuso i mercati "DeepSea" e "Berlusconi",

"che insieme avevano più di 100.000 pubblicità di prodotti illegali"

ha affermato Europol, che ha coordinato l'operazione con la sua agenzia giudiziaria gemella, Eurojust.



“Lo scopo di operazioni come questa è avvertire i criminali che operano nel dark web che la comunità delle forze dell'ordine ha i mezzi e le partnership globali per esporli e ritenerli responsabili delle loro attività illegali, anche in aree oscure del web "

ha affermato Jean-Philippe Lecouffe, vicedirettore delle operazioni di Europol.



La polizia tedesca a gennaio ha chiuso il mercato online "DarkMarket", utilizzato dal suo presunto operatore, un australiano, per facilitare la vendita di droghe, dati di carte di credito rubate e malware.

Post recenti