Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Gli USA ora fanno sul serio: “se vieni da noi, verremo per te”.

Il vice procuratore generale degli Stati Uniti D’America Lisa Monaco ha affermato che gli Stati Uniti dovrebbero aspettarsi una repressione degli attacchi ransomware e della criminalità informatica, mentre il Dipartimento di Giustizia (DOJ) intensifica i suoi sforzi nell’area.

Monaco ha dichiarato all’Associated Press durante un’intervista questa settimana che gli Stati Uniti vedranno un aumento degli arresti relativi ad individui legati ai crimini informatici che hanno colpito il paese.

“Nei giorni e nelle settimane a venire, vedremo più arresti, più sequestri e vedremo più operazioni rispetto a quanto fatto la scorsa settimana”

ha detto Monaco, riferendosi all’estradizione di un presunto russo, che si nascondeva in Corea del Sud per affrontare le accuse di criminalità informatica condotte verso gli Stati Uniti

Ha detto che il messaggio che il Dipartimento di Giustizia sta cercando di diffondere è che

Advertisements

“se vieni da noi, verremo per te”.

I commenti di Monaco arrivano dopo che le società statunitensi sono state prese di mira da attacchi ransomware paralizzanti negli ultimi mesi, come Colonial Pipeline, una rete che fornisce circa il 45% del carburante della costa orientale..

Alla domanda sulla frequenza degli attacchi ransomware provenienti dalla Russia, Monaco ha affermato che i funzionari del Dipartimento di Giustizia

“non hanno visto un cambiamento sostanziale nel panorama, solo il tempo dirà cosa potrebbe fare la Russia su questo fronte. Ma continueremo a fare il nostro lavoro.

E ha continuato affermando che:

“Non ci fermeremo, continueremo ad andare avanti per ritenere responsabili coloro che cercano di perseguire le nostre industrie, di tenere in ostaggio i nostri dati e minacciare la sicurezza nazionale , sicurezza economica, sicurezza personale”

ha aggiunto