I giocatori di Fortnite vengono hackerati da malware.


Secondo la società di sicurezza informatica Kaspersky, i giocatori del famoso gioco Fortnite sono stati presi di mira per rubare le loro password, carte bancarie e dettagli di accesso da un nuovo e pericoloso virus.



Utilizzando un malware chiamato BloodyStealer, gli hacker stanno violando gli account su Steam, Bethesda, Epic Games e Origin e vendono i dati degli utenti sul dark web.


Il virus può essere acquistato per 40 dollari dai criminali informatici mirando l'attacco a specifici account del negozio di giochi. Finora ha eluso i programmi antivirus a causa di complessi metodi.



In un post sul blog, Kaspersky ha avvertito i giocatori che le loro credenziali e i loro portafogli potrebbero essere in vendita sul mercato nero di tutto il mondo.

"Sebbene BloodyStealer sia relativamente nuovo, sta già girando il mondo. Secondo i nostri dati, il malware ha colpito gli utenti in Europa, America Latina e nella regione Asia-Pacifico".

Ha continuato:

"BloodyStealer è solo uno dei tanti strumenti disponibili sul dark web per rubare gli account dei giocatori. I criminali informatici vendono altri tipi di malware, molti dei quali sono sul mercato da più tempo di BloodyStealer".

Il virus è stato scoperto per la prima volta da cybersleuth su loschi forum Internet sotterranei con sede in Russia.


Lì, i criminali informatici vendono l'accesso a account di gioco specifici e "all'ingrosso" con enormi sconti. In un caso, 65.000 account erano in vendita per soli 50 dollari.

Quegli account con molti giochi o componenti aggiuntivi nella loro libreria sono particolarmente a rischio.



Non sono solo i giochi a essere a rischio. Gli hacker utilizzano gli account dei giocatori per riciclare denaro, inviare truffe e molto altro. La maggior parte delle persone colpite sono utenti ordinari, piuttosto che grandi aziende che sono i tipici obiettivi degli attacchi informatici.