Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

I Nord Coreani hanno imparato ad hackerare i loro smartphone per un internet libero

L’organizzazione americana per i diritti umani Lumen ha affermato che i nordcoreani hanno imparato come aggirare con successo la censura sul Web che esiste nel paese.

La Corea del Nord non ha gli smartphone utilizzati in tutto il mondo, ne hanno diversi ma con molte restrizioni. Hanno solo app governative installate e una serie di sistemi di sicurezza che monitorano l’utilizzo del dispositivo e limitano l’accesso.

Tuttavia, gli appassionati hanno imparato ad aggirare le restrizioni imposte dalle autorità. Gli attivisti per i diritti di Lumen affermano che i nordcoreani con accesso ai laptop stanno hackerando i loro smartphone utilizzando un programma cinese. 

Una volta modificati gli smartphone, i nordcoreani possono installare app su dispositivi non autorizzati dal governo.

Advertisements

Inoltre, un dispositivo aperto gli consente di eliminare gli screenshot che vengono costantemente creati dal programma Trace Viewer. Questo programma è installato su tutti gli smartphone venduti in Corea del Nord, il quale prende costantemente screenshot del terminale e non consente di eliminarli.

Questa pratica non è molto comune nel Paese: circa il 10% della popolazione ha provato a modificare gli smartphone, solitamente con l’aiuto di persone che sono state inviate in Cina per imparare a programmare.

Il rapporto rileva che il mercato della RPDC ha già costituito un segmento per la vendita di dispositivi mobili hackerati con pieno accesso ad Internet.

Advertisements