I Robot aiutano l'uomo a pulire le superfici dai virus in modo che lui non debba farlo.


Un robot balza su quattro gambe snelle. Sembra quasi che stia ballando.


Poi si ferma davanti a una sedia in un auditorium vuoto. All'improvviso, una nebbia fuoriesce da un ugello in cima alla sua testa.


La macchina fantascientifica ora si gira a sinistra, poi a destra, poi su e giù. Quella nebbia è un veleno, almeno se sei un virus. E il robot lo sta usando per disinfettare l'intera sedia. Al termine, l'agile robot passerà a quello successivo.



Si chiama LASER-D,

"È fondamentalmente un cane robot"

spiega Yiyu Chen, uno dei suoi progettisti. È uno studente laureato a Los Angeles presso la Viterbi School of Engineering della University of Southern California.


Lì e il suo team hanno testato il LASER-D in aule, laboratori e persino all'aperto. La loro missione: liberare un giorno gli spazi dai germi cattivi, incluso il coronavirus che causa COVID-19.



Intanto, presso l'Università della Virginia a Charlottesville, un altro robot è in fase di test per pulire gli spazi dal coronavirus e da altri germi potenzialmente mortali.


Si chiama DINGO, sembra più una giraffa che rotola. E pulisce con la luce ultravioletta invece dei prodotti chimici. Trasmette determinate lunghezze d'onda note come UVC.


Questa luce risplende dai lati e dal fondo del robot. Nel frattempo, il suo collo simile a una giraffa si gira, irradiando altra luce che uccide i germi sullo schienale o sulla parte superiore di sedie, scrivanie e altre cose in una stanza.



Tratto da

https://www.sciencenewsforstudents.org/article/new-robots-can-clean-virus-laden-surfaces-so-people-wont-have-to




Post recenti

Mostra tutti