Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

I terminal petroliferi nei porti più grandi d’Europa, sono stati colpiti da attacchi informatici.

Importanti terminal petroliferi in alcuni dei principali porti europei sono stati oggetto di attacchi informatici. Secondo SecurityWeek, la procura belga ha avviato un’indagine sull’hacking di impianti petroliferi nei porti del Belgio, tra cui Anversa, che è il secondo porto più grande d’Europa dopo Rotterdam.

Secondo Jelle Vreeman, broker petrolifero senior presso la società di logistica olandese Riverlake, il presunto hack ha colpito diversi porti europei, interrompendo lo scarico delle chiatte in un mercato petrolifero già ristretto.

“Alcuni terminali sono stati oggetto di un attacco informatico, alcuni terminali hanno smesso di funzionare. Il loro software è stato violato e non possono servire le chiatte. In sostanza, i sistemi operativi erano disabilitati”

ha affermato Vreeman.

Una delle principali vittime degli hacker è stata il centro commerciale petrolifero europeo Amsterdam-Rotterdam-Anversa. Gli attacchi informatici hanno colpito anche la Germania, ed Europol ha già offerto la sua assistenza alle autorità locali.

Advertisements

All’inizio di questa settimana, due società tedesche coinvolte nella fornitura di petrolio hanno riferito di essere state oggetto di un attacco informatico.

Secondo il capo dell’Ufficio federale tedesco per la sicurezza dell’informazione (Bundesamt für Sicherheit in der Informationstechnik, BSI) Arne Schoenbohm, l’incidente è davvero grave, ma “non fatale”.