Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

il commissario europeo per la giustizia spiato da Pegasus

Una nuova vittima dello spyware Pegasus è Didier Reynders, il commissario europeo alla Giustizia, ha rivelato a Reuters citando diverse fonti e documenti. 

Secondo quanto riferito, anche altri tre membri della Commissione europea, la cui identità rimane sconosciuta, sarebbero stati presi di mira.

Advertisements

Secondo le fonti dell’agenzia di stampa, la Commissione avrebbe rilevato il targeting dei suoi membri in seguito ai messaggi inviati da Apple a migliaia di possessori di iPhone a novembre dicendo loro che erano stati presi di mira da “attacchi sponsorizzati dallo stato”.

Commercializzato dalla società israeliana NSO Group, Pegasus consente l’accesso alle informazioni contenute in un telefono senza che il suo titolare possa accorgersene. 

Advertisements

Una volta installato, ti consente di leggere messaggi, guardare fotografie, ascoltare telefonate, accedere a password o persino attivare il monitoraggio della geolocalizzazione. 

Reuters afferma di non essere in grado di determinare gli sponsor dietro questo hack e se alla fine siano riusciti ad accedere alle informazioni. 

È inoltre impossibile sapere se la Commissione europea abbia avviato un’indagine per fare luce su questo incidente particolarmente grave. 

“Le verifiche sono in corso”

Advertisements

ha semplicemente detto.

D’altra parte, il Parlamento europeo indagherà sull’uso di Pegasus da parte di alcuni Stati membri, tra cui Polonia e Ungheria, contro politici, avvocati e giornalisti dell’opposizione. È stato il gruppo Renew Europe a richiedere la creazione di una commissione dedicata.

Pegasus è stato messo alla luce a luglio 2021 attraverso una indagine condotta da un consorzio di oltre 80 giornalisti di 17 media, tra cui la cellula investigativa di Radio France e Le Monde l, coordinata da Forbidden Stories con il supporto del Security Lab di Amnesty International. 

Da allora, le rivelazioni si sono moltiplicate. Pegasus sarebbe stato utilizzato anche dalle autorità marocchine per spiare diverse figure politiche francesi, tra cui il capo di stato Emmanuel Macron.

Advertisements