Il cyber crime minaccia il settore idrico statunitense.


Le autorità statunitensi temono attacchi di hacker ai sistemi di approvvigionamento idrico, questo quanto annunciato da diversi dipartimenti federali, tra cui l'FBI, l'Agenzia per le infrastrutture e la sicurezza informatica, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente e l'Agenzia per la sicurezza nazionale.



La loro notifica congiunta indirizzata alle agenzie e ai servizi competenti fa riferimento ad

“attività cibernetiche dolose da parte di autori noti e ignoti che prendono di mira le tecnologie dell'informazione e le reti operative, i sistemi e i dispositivi ausiliari del settore idrico e delle acque reflue”.


Le agenzie hanno avvertito i dipartimenti competenti della necessità di adottare misure urgenti per proteggere la loro intera infrastruttura.


Il rapporto ha messo in evidenza la minaccia cyber al settore idrico, in particolare rispetto all'obsolescenza tecnologica di molti software adoperati nei rispettivi dipartimenti IT:



Le agenzie hanno raccomandato che, per difendersi da ransomware e altri attacchi, le imprese

"usano l'analisi basate sul rischio per determinare l'applicabilità di una serie di misure tecniche e non tecniche per prevenire, rilevare e rispondere alle minacce informatiche".