Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Il dipartimento della difesa australiano ha subito un attacco ransomware

Il sistema di interfono ForceNet del Dipartimento della Difesa australiano ha subito un attacco ransomware da un parte di un aggressore sconosciuto.

Al momento, non ci sono prove che siano stati rubati dati militari riservati, tuttavia, il set di dati potrebbe contenere da 30.000 a 40.000 record personali. 

Advertisements

La potenziale violazione dei dati potrebbe interessare sia il personale militare attualmente in forze che quello in pensione, nonché i dipendenti pubblici.

Rob Griffin, CEO della società di sicurezza MIRCL, ha affermato che il passo più importante che il governo australiano può intraprendere per prevenire e mitigare tali violazioni è l’introduzione dell’autenticazione a più fattori (MFA).

Advertisements

In precedenza, la compagnia assicurativa australiana Medibank ha confermato che durante un recente attacco ransomware, gli hacker hanno avuto accesso a tutti i dati personali dei suoi clienti e a una grande quantità di indicazioni sulla salute. 

Medibank Private è uno dei maggiori fornitori di assicurazioni sanitarie private australiane con oltre 4 milioni di clienti.

Il ministro del personale della Difesa Matt Keogh ha affermato che ForceNet deteneva fino a 40.000 record di informazioni sul personale.

“Penso che tutti gli australiani, e giustamente il governo australiano, siano piuttosto preoccupati per questo tipo di perdita di dati e sulle persone che cercano con mezzi nefasti di accedere ai dati personali degli altri”, ha affermato.

Nella loro e-mail allo staff, i capi della Difesa erano irremovibili sul fatto che l’hacking di ForceNet non fosse un attacco ai sistemi IT del dipartimento.

Advertisements

“Stiamo prendendo la questione molto sul serio e stiamo lavorando con il fornitore per determinare l’entità dell’attacco e se i dati dell’APS (servizio pubblico australiano) e del personale dell’ADF sino stati interessati”, hanno scritto.