Israele ed Iran, dopo i missili, la guerra si sposta nel Cyberspazio.

Sembra esserci #Israele dietro l'attacco informatico dell'inizio di questo mese al porto iraniano di #Shahid #Rajaee che ha causato enormi problemi sui corsi d'acqua e sulle strade limitrofe.


L'attacco del 9 maggio all'iran era probabilmente una #rappresaglia per un precedente tentativo di attacco #informatico ai sistemi di #distribuzione #idrica rurale avvenuto in Israele e presumibilmente collegato all'Iran.


Il #cyberspace è stato dichiarato nel 2016 dalla #NATO come “Operational Domain” e quindi motivo di una possibile richiamo alla clausola di difesa collettiva presente nell’articolo 5 e quindi ogni stato membro può decidere le azioni che ritiene necessarie a “ristabilire e mantenere la sicurezza”, compreso “l’uso delle forze armate”.


Israele e Iran non fanno parte della NATO, ma la #cyberwar è una guerra senza regole, un terreno molto fangoso e #pericoloso nel quale facilmente si può rimanere immischiati senza nemmeno rendersene conto.


#redhotcyber #cybersecurity


https://www.haaretz.com/israel-news/israel-cyberattack-iran-port-washington-post-report-1.8856085

1 visualizzazione

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now