King County, la popolosa contea di Washington, vieta il riconoscimento facciale.


Il Metropolitan King County Council (l'organo legislativo della King County di Washington, composto da nove membri eletti), ha votato martedì per vietare l'uso della tecnologia di riconoscimento facciale da parte dell'ufficio dello sceriffo della contea e di tutti gli altri dipartimenti della contea, riportando che la tecnologia risulta una minaccia contro la privacy.


La nuova misura vieterà ai dipartimenti della contea di acquisire la tecnologia di riconoscimento facciale o di utilizzare le informazioni di riconoscimento facciale. Potranno inoltre continuare ad utilizzare la tecnologia al servizio del programma federale per la ricerca dei bambini scomparsi.



La legge consentirebbe alle persone di citare in giudizio le forze dell'ordine, qualora queste utilizzasse la tecnologia di riconoscimento facciale. Il consiglio della contea ha approvato la legge all'unanimità martedì e il dirigente della contea di King, Dow Constantine, la trasformerà in legge, ha affermato il suo ufficio.


King County si unisce a un numero crescente di giurisdizioni in tutti gli Stato Uniti D'America che si sono mosse per vietare questa tecnologia, dopo che una serie di studi hanno dimostrato che è spesso prevenuta contro le persone di colore.


Negli ultimi anni sono iniziate a emergere storie di uomini neri arrestati e incarcerati esclusivamente sulla base di una falsa identificazione da parte di questa nuova tecnologia di sorveglianza.


"Penso che la tecnologia sollevi enormi preoccupazioni, principalmente per l'inesattezza delle prove prodotte" ha affermato il membro del Consiglio Jeanne Kohl-Welles, sponsor principale della legislazione. "Penso che non sia appropriato utilizzarla".