L'antivirus Norton aggiunge il mining di criptovaluta Ethereum.


I clienti di Norton 360 avranno accesso a una funzionalità di mining di Ethereum, ha affermato la società. Il "mining" di criptovalute funziona utilizzando l'hardware di un computer per eseguire calcoli complessi in cambio di una ricompensa.


Non è chiaro quale sia il modello di business di Norton Crypto o se Norton prenderà una parte dei guadagni. L'azienda ha lanciato l'idea come un modo semplice e sicuro per entrare nel settore del mining, una "parte importante della vita dei nostri clienti".


In un comunicato stampa, Norton LifeLock - una volta chiamato Symantec - ha dichiarato: "Per anni, molti minatori di monete hanno dovuto correre dei rischi nella ricerca di criptovaluta, disabilitando l'antivirus per eseguire il mining di monete".


Questo è vero, nella misura in cui i pacchetti software antivirus come Norton stesso identificano erroneamente i programmi di mining come pericolosi e il software antivirus spesso deve essere disattivato per continuare il processo di mining.


Norton avverte anche di cosa vuol dire "consentire l'esecuzione di codice non controllato sulle proprie macchine" e del pericolo di archiviare i guadagni su un disco rigido che potrebbe guastarsi.


Ma la maggior parte dei minatori appassionati utilizza una piccola selezione di app di mining ben consolidate - alcune delle quali sono poco più che semplici script da riga di comando - e un portafoglio digitale memorizzato sul web o su uno smartphone.



Gli screenshot forniti da Norton sembrano suggerire che il sistema utilizzerà invece un "pool" in cui un numero molto elevato di minatori contribuisce con la potenza di calcolo, dividendo la ricompensa in base al lavoro svolto dalla loro macchina.


Ma tali pool richiedono quasi sempre un taglio percentuale. Infatti, un taglio dell'1% di tutti i guadagni è uno standard ampiamente utilizzato.