Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

L’esercito cinese spende per le AI tanto quanto quello americano.

L’Esercito di Liberazione Popolare della Repubblica Popolare Cinese (PLA) spende per lo sviluppo delle tecnologie di intelligenza artificiale (AI) tanto quanto le forze armate statunitensi.

Inoltre, l’esercito cinese ha compiuto “progressi eccezionali” nella produzione di sistemi di intelligenza artificiale per operazioni militari e correlate.

Questa conclusione è stata raggiunta dagli specialisti del Center for Security and Emerging Technology (CSET) della Georgetown University, che hanno studiato decine di migliaia di documenti sugli appalti pubblici del PLA.

Gli esperti hanno presentato i risultati della loro ricerca nel rapporto “Harnessed Lightning: How the Chinese Military is Adopting Artificial Intelligence”.

Advertisements

La principale conclusione raggiunta dai ricercatori è che la Cina si sta muovendo rapidamente verso l’obiettivo di rendere l’IA parte integrante del suo esercito modernizzato.

“La leadership cinese considera l’intelligenza artificiale come la chiave per trasformare il PLA in una forza militare competitiva globale e di livello mondiale. Il PLA spera di utilizzare l’intelligenza artificiale per ottenere vantaggi sugli Stati Uniti, che considera sia un “forte avversario” che un modello per lo sviluppo dell’IA”

E’ stato riportato nella ricerca.

Durante lo studio, gli esperti hanno analizzato 343 contratti relativi all’IA delle imprese di difesa statale. I ricercatori hanno scoperto che il PLA è più interessato allo sviluppo di veicoli autonomi e all’uso dell’apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale per analisi più accurate, guerra delle informazioni e riconoscimento del bersaglio.

Durante lo studio, gli esperti hanno identificato sette aree in cui il PLA sta padroneggiando l’IA:

Advertisements

  1. Trasporto intelligente e autonomo (in particolare aereo e subacqueo);
  2. Manutenzione predittiva e logistica;
  3. Servizi di intelligence;
  4. Informazioni e armi elettroniche;
  5. Simulazione ed esercitazioni;
  6. Comando e controllo;
  7. Riconoscimento automatico del bersaglio.

L’esercito cinese sta mostrando grande interesse per i cluster di veicoli aerei senza equipaggio. L’anno scorso, la Cina ha assegnato contratti per lo sviluppo di cluster di droni e ha acquisito quasi tutto il necessario per costruirli, inclusi sistemi di comunicazione e sensori per evitare le collisioni.

Sebbene l’importo esatto che il PLA ha stanziato per l’IA sia difficile da determinare (la maggior parte degli acquisti in quest’area è probabilmente classificata), gli esperti del CSET stimano che l’esercito cinese spenda tra 1,6 e 2,7 miliardi di dollari all’anno in tecnologie di intelligenza artificiale, praticamente come quanto l’esercito americano.