Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Boston Dynamics non produrrà robot da guerra. Lo spiega con una lettera assieme ad altre aziende di robotica

Della Boston Dynamics ne avevamo parlato molto, anche sentendo la voce di Marc Raibert, classe 1949, fondatore ed ex CEO della Boston Dynamics, società di robotica nota per aver creato BigDog, Atlas, Spot e Handle.

In una lettera aperta firmata da altre cinque importanti società di robotica, Boston Dynamics ha avvertito che persone “inaffidabili” potrebbero utilizzare robot mobili avanzati per danneggiare gli altri. 

Mentre la nuova generazione di robot porterà enormi benefici alla società: i robot diventeranno aiutanti delle persone nelle fabbriche e amici a casa, alcuni potrebbero utilizzarli in modo improprio. 

Oltre a Boston Dynamics, la lettera è stata firmata da Agility Robotics, ANYbotics, Clearpath Robotics, Open Robotics e Unitree Robotics.

La lettera afferma che la modifica di nuovi modelli di robot con armi crea nuovi rischi e seri problemi etici e può anche minare la fiducia del pubblico in tali tecnologie.

“Promettiamo che non utilizzeremo i nostri robot come armi e non supporteremo i tentativi di sviluppare qualcosa di simile”

si legge nella lettera.

Le aziende che hanno firmato la lettera hanno sottolineato di non essere contrarie all’uso delle loro tecnologie da parte di paesi e organizzazioni governative per garantire la sicurezza dei cittadini e mantenere l’ordine pubblico.