Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
200 Milioni di Utenti X/Twitter scaricabili Online per 8 crediti  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  2 giorni senza riscaldamento per colpa del malware FrostyGoop. E’ successo a Leopoli in Ucraina a Gennaio  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Hacktivisti a Sostegno delle Rivolte in Bangladesh: Escalation di Violenza e Cyber Attacchi  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Copybara, il malware che prende di mira il banking italiano  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Microsoft rilascia un tool USB per risolvere il problema del BSOD di CrowdStrike su Windows 10 e 11  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  EvilVideo: L’Exploit Zero-Day Che Minaccia Telegram su Android  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Una Hot-fix malevola per CrowdStrike diffonde HijackLoader e RemCos  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Red Hot Cyber Completa con Successo il Secondo Corso di Darkweb & Cyber Threat Intelligence  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  L’interruzione di CrowdStrike ha colpito meno dell’1% dei dispositivi Windows. Attenzione Alle Frodi!  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Incidente CrowdStrike: Riflessioni sulla Security di oggi e di Domani. “Non importa se si viene spiati, importa da chi”  ///  
Crowdstrike

La Cina Lancia Smart SkyNet per Sfidare Starlink di SpaceX

Redazione RHC : 17 Maggio 2024 22:22

La Cina ha lanciato con successo il primo satellite del suo nuovo programma spaziale, Smart SkyNet, volto a creare una rete Internet globale a banda larga per rivaleggiare con il progetto Starlink di Elon Musk. Il satellite Zhihui Tianwang-1 01 è stato lanciato dal centro di lancio satellitare di Xichang su un veicolo di lancio Long March 3B.

Sviluppato dalla China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC), il satellite testerà tecnologie di comunicazione facili da usare e ad alta velocità a 20.000 km sopra la Terra in un’orbita terrestre media, utilizzata anche per sistemi di navigazione globale come il GPS e il BeiDou cinese.

Secondo il CASC, nella fase iniziale, altri 7 dispositivi si uniranno al satellite, formando il collegamento principale della costellazione SkyNet, con il potenziale di espansione fino a 16 o 32 satelliti. In confronto, Starlink fornisce servizi Internet dallo spazio utilizzando 6.000 satelliti a velocità fino a 220 Mbps, in gran parte grazie alla mancanza di concorrenza. CASC prevede di espandere rapidamente la propria infrastruttura e raggiungere velocità di 500 Gbit/s entro il 2025.

Lancio del razzo Long March 3B

Il progetto Smart SkyNet può essere integrato con altre costellazioni cinesi di satelliti in orbite basse – GuoWang (13.000 satelliti) e G60 Starlink (più di 12.000 satelliti), nonché con orbite geostazionarie. Si prevede che una rete spaziale così integrata fornisca l’accesso a Internet a tutti i tipi di utenti in tutti gli ambienti.

Una volta completati tutti i lanci, sarà in grado di fornire Internet a banda larga personalizzato senza punti ciechi in tutto il mondo. Il satellite è dotato di comunicazioni a microonde ad alta velocità, comunicazioni laser bidirezionali tra i satelliti e una piattaforma di elaborazione e trasmissione dei dati digitali.

Smart SkyNet-1 01 testerà tecnologie chiave tra cui le comunicazioni laser spaziali e Internet su richiesta per gli utenti dalle stazioni di ricerca in Antartide alle navi nell’Oceano Indiano occidentale.

L’idea di posizionare una costellazione di banda larga nell’orbita terrestre media è stata avanzata da un team dell’Università di Tsinghua, che nel 2018. Diversi istituti hanno partecipato allo sviluppo di Smart SkyNet-1 01, tra cui CASC, China Electronic Technology Corporation e l’Accademia cinese delle scienze.

La Cina parlava dei suoi piani per competere con Starlink già nel febbraio dello scorso anno, quando i ricercatori cinesi dichiararono di voler creare una grande rete di costellazioni composta da 12.992 satelliti. Il progetto, di proprietà del nuovo China Satellite Network Group, ha il nome in codice “GW”.

La notizia del lancio del satellite SkyNet arriva in parallelo con un evento importante: questa settimana la più grande missione lunare cinese fino ad oggi, Chang’e-6, è entrata nell’orbita del satellite naturale della Terra. Lo scopo del dispositivo è atterrare sul lato nascosto della Luna, quindi raccogliere e consegnare campioni di suolo lunare sul nostro pianeta.

Ricordiamo che SpaceX ha recentemente iniziato a lottare contro l’uso illegale del sistema satellitare Starlink nei paesi in cui il servizio non ha ricevuto l’autorizzazione ufficiale. Gli utenti in Sudan, Zimbabwe e Sud Africa sono stati informati che il servizio sarebbe stato interrotto, in risposta a un’indagine del Journal che ha scoperto una grande rete sotterranea che distribuiva kit satellitari Starlink.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.