La cyber-gang Avaddon chiude e rilascia le chiavi di decifratura di 2934 vittime.


La banda del ransomware Avaddon ha interrotto le sue operazioni e rilasciato le chiavi di decifratura delle loro vittime.


Nella mattina di ieri, BleepingComputer ha ricevuto una informazione anonima che fingeva di provenire dall'FBI che conteneva una password e un collegamento a un file ZIP protetto da password.



Questo file affermava di essere il "Decryption Keys Ransomware Avaddon" e conteneva tre file. Dopo aver condiviso i file con Fabian Wosar di Emsisoft e Michael Gillespie (l'autore di ID ransomware) di Coveware, anche loro hanno confermato che le chiavi erano legittime.


Utilizzando un decryptor di prova condiviso con BleepingComputer di Emsisoft, è stata decifrata una macchina virtuale crittografata con un recente campione di Avaddon.


In totale, i criminali informatici hanno inviato 2.934 chiavi di decrittazione, in cui ogni chiave corrisponde a una vittima specifica. Emsisoft sta lavorando a un decryptor gratuito con queste chiavi e dovrebbe essere disponibile entro le prossime 24 ore.


Anche se non accade abbastanza spesso, i gruppi di ransomware hanno precedentemente rilasciato chiavi di decrittazione, come gesto di buona volontà quando chiudono i battenti o rilasciano una nuova versione del ransomware.