Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
200 Milioni di Utenti X/Twitter scaricabili Online per 8 crediti  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  2 giorni senza riscaldamento per colpa del malware FrostyGoop. E’ successo a Leopoli in Ucraina a Gennaio  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Hacktivisti a Sostegno delle Rivolte in Bangladesh: Escalation di Violenza e Cyber Attacchi  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Copybara, il malware che prende di mira il banking italiano  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Microsoft rilascia un tool USB per risolvere il problema del BSOD di CrowdStrike su Windows 10 e 11  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  EvilVideo: L’Exploit Zero-Day Che Minaccia Telegram su Android  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Una Hot-fix malevola per CrowdStrike diffonde HijackLoader e RemCos  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Red Hot Cyber Completa con Successo il Secondo Corso di Darkweb & Cyber Threat Intelligence  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  L’interruzione di CrowdStrike ha colpito meno dell’1% dei dispositivi Windows. Attenzione Alle Frodi!  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Incidente CrowdStrike: Riflessioni sulla Security di oggi e di Domani. “Non importa se si viene spiati, importa da chi”  ///  
Crowdstrike

La cybergang Karakurt Team presenta il suo nuovo Data Leak Site

Redazione RHC : 21 Agosto 2022 08:00

Un gruppo di minacce avanzate noto come Karakurt Team o Karakurt Lair, ha avvertito sul proprio canale Twitter della presenza del nuovo data leak site (DLS). 

Il gruppo ha impiegato una varietà di tattiche, tecniche e procedure (TTP), creando sfide significative per la difesa e la mitigazione. 

Le vittime di Karakurt non hanno segnalato la crittografia di macchine o file compromessi; piuttosto, gli attori di Karakurt hanno affermato di rubare dati e minacciato di metterli all’asta o di rilasciarli al pubblico a meno che non ricevessero il pagamento del riscatto richiesto. 

Home page del Data Leak Site (DLS)

Di fatto stiamo assistendo ad un cambio di rotta, che avevamo come RHC visto nell’incidente alla SIAE dove i criminali di Everest intervistati da RHC ci avevano detto che preferivano esfiltrare dati e chiedere il riscatto per la pubblicazione piuttosto che cifrare le infrastrutture delle vittime. 

Le richieste di riscatto note vanno da 25.000 a 13.000.000 di dollari in Bitcoin.

Gli attori di Karakurt in genere hanno fornito schermate o copie di directory di file rubati come prova del furto di dati. 

Gli attori di Karakurt hanno anche contattato i dipendenti, i partner commerciali ei clienti delle vittime con e-mail e telefonate moleste per fare pressione affinché collaborassero, tattica spesso incontrata anche in altre cybergang da profitto.

Le e-mail contenevano esempi di dati rubati, come numeri di previdenza sociale, conti di pagamento, e-mail di aziende private e dati aziendali sensibili appartenenti a dipendenti o clienti. 

Post delle aziende violate

Dopo il pagamento dei riscatti, gli attori di Karakurt hanno fornito una qualche forma di prova dell’eliminazione dei file e, occasionalmente, una breve dichiarazione che ha spiegato come si è verificata l’intrusione iniziale.

Prima del 5 gennaio 2022, Karakurt gestiva un sito Web di aste e fughe di notizie che si trova all’indirizzo https://karakurt[.]group. 

Il dominio e l’indirizzo IP che ospitavano originariamente il sito Web sono andati offline nella primavera del 2022. Il sito Web non è più accessibile su Internet aperto, ma è stato segnalato che si trova raggiungibile nel deep web e nel dark web

Esempio di post con dettagli delle aziende violate

A maggio 2022, il sito Web conteneva diversi terabyte di dati che si presume appartenessero a vittime in Nord America ed Europa, insieme a diversi “comunicati stampa” che nominavano le vittime che non avevano pagato o collaborato e istruzioni per partecipare alle “aste” dei dati delle vittime.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.