Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora

La Gran Bretagna non installerà più telecamere cinesi negli uffici governativi

Come ha dichiarato Oliver Dowden, Cancelliere del Ducato di Lancaster, una revisione dei possibili rischi per la sicurezza attuali e futuri associati all’installazione di sistemi di sorveglianza presso strutture governative ha concluso che sono necessari ulteriori controlli per collegare tali sistemi, poiché il loro potenziale e le capacità crescono insieme, con una minaccia alla sicurezza del Regno Unito.

“Pertanto, i ministeri sono stati incaricati di interrompere la collocazione di tali apparecchiature in siti strategici se prodotte da società soggette alla legge sull’intelligence nazionale della Repubblica popolare cinese”

ha aggiunto la dichiarazione.

Si consiglia inoltre ai dipartimenti governativi di non collegare tali apparecchiature alle principali reti dipartimentali e di prendere in considerazione lo smantellamento e la sostituzione delle videocamere cinesi, e ciò dovrebbe essere fatto prima dell’aggiornamento pianificato.

I dipartimenti dovranno anche considerare se ci sono strutture non classificate a cui potrebbero estendere la stessa politica.

Le raccomandazioni non nominano le aziende che rappresentano un rischio, ma i politici britannici hanno già fatto una campagna per vietare le telecamere Hikvision e Dahua sulla base del fatto che sono state utilizzate come strumenti per reprimere i musulmani uiguri nella provincia cinese dello Xinjiang. 

Gli Stati Uniti hanno già vietato la vendita di prodotti di entrambi i produttori per lo stesso motivo.