Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La protezione NVIDIA anti mining è stata completamente violata.

Quasi immediatamente dopo che Nvidia ha cambiato le sue schede 3D su GPU aggiornate con protezione dal mining, ci sono stati tentativi di violare proprio questa protezione.

Le prime opzioni non hanno mostrato un aumento significativo delle prestazioni, ma già in autunno ci sono stati progressi significativi: il nuovo software ha portato l’hashrate durante l’estrazione di Ethereum al 70%.

E ora un altro tentativo di hack più riuscito: il software Nvidia RTX LHR v2 Unlocker ripristina completamente le prestazioni delle schede Nvidia LHR 3D. Inoltre, è anche compatibile con gli acceleratori 3D professionali della serie RTX A.

Le prestazioni delle schede grafiche Nvidia LHR con il nuovo software sono:

Advertisements
  • RTX 3060 LHR V2 – fino a 49 MH/s;
  • RTX 3060 Ti LHR – fino a 61 MH/s;
  • RTX 3070 LHR – fino a 57 MH/s;
  • RTX 3070Ti – fino a 69MH/s;
  • RTX 3080 LHR – fino a 100 MH/s;
  • RTX 3080Ti – fino a 115MH/s;
  • RTX A2000 – fino a 46 MH/s;
  • RTX A4000 – fino a 67 MH/s;
  • RTX A5000 – fino a 110 MH/s.

Le differenze rispetto alle schede video non LHR, se presenti, non sono più percentuali, ma unità di MH/s. Quindi, ad esempio, le prestazioni di una GeForce RTX 3070 normale ma ottimizzata sono di circa 60 MH/s. Sono solo 3 MH/s in più rispetto alla GeForce RTX 3070 LHR hackerata.

Va notato che Nvidia RTX LHR v2 Unlocker funziona solo con un driver modificato, ma la sua installazione, così come il lavoro dell’utilità di hacking stessa, è automatizzata. 

Il software è gratuito, ma l’autore vieta la vendita di BIOS modificati con il programma. E, naturalmente, c’è un avvertimento standard: tutte le azioni per violare la protezione anti-mining di una mappa 3D vengono eseguite dall’utente a proprio rischio e pericolo e l’autore del software non è responsabile per eventuali guasti.

Advertisements