Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Russia avvia la sostituzione del software estero con tecnologie proprietarie.

La Russia si prepara alla sostituzione del software sviluppato all’estero della Federazione Russa con il software proprietario e realizza una piattaforma B2B per far interfacciare le software house con il mercato interno.

Quello che possiamo vedere è che dopo le sanzioni imposte, il mercato del software russo è in febbrile attività. Ma questa transizione era già stata avviata da tempo e l’effetto delle sanzioni non hanno fatto altro che accelerare questa posizione.

L’accettazione delle domande da parte dei produttori di software sviluppati nella Federazione Russa è già aperta presso i servizi statali, riferisce il Ministero dello sviluppo digitale della Federazione Russa.

I prodotti dovranno dettagliare le loro funzionalità, il costo, la portata e la compatibilità con i sistemi operativi, nonché delle informazioni aggiuntive di quale soluzione straniera tale software può sostituire.

Advertisements

“Abbiamo reso il modulo il più semplice possibile. Un prerequisito è che il prodotto deve essere incluso nel registro del software russo, e sarà necessario inserire il suo numero di registrazione.”

riporta il ministero dello Sviluppo digitale Maxim Parshin della Federazione russa.

Di fatto è stata creata una piattaforma che dovrebbe essere una interfaccia tra le software house che sviluppano tool informatici e il mercato della Federazione Russa, sottolinea il Ministero dello sviluppo digitale.

In precedenza è stato riferito che la prima versione della piattaforma verrà lanciata a maggio di quest’anno, ma sembra che sullo sfondo dell’attuale situazione dovuta alle sanzioni dei paesi occidentali, il lavoro in questa direzione sia stato accelerato.